Il Tar Lombardia censura il diniego «apodittico» dell’ente locale basato su un principio astratto della riduzione del Consumo di Suolo. Occorre un’analisi approfondita delle finalità enunciate.

 

Il principio del contenimento del consumo di suolo non può essere invocato “apoditticamente” dal comune che indica

questa motivazione per negare la possibilità di realizzare un intervento edilizio. L’ente locale che veramente vuole

gestire il territorio seguendo questo principio guida deve tradurlo in obiettivi strategici, dopo aver approfondito una

conoscenza del territorio stesso, e dopo aver individuato azioni concrete finalizzate a minimizzare il consumo di

green field. In altre parole, non basta appellarsi a un principio astratto ma occorre calare il principio e declinarlo in

indicazioni concrete. E tanto meno può essere uno slogan con il quale si giustifica il fatto di rendere inedificabile

un’area che è invece edificabile in base alle regole regionali. È interessante il giudizio con il quale il Tar Lombardia

(Sezione I Brescia, n.240/2021 pubblicata il 12 marzo scorso) ha censurato l’azione di un ente locale bresciano il quale

aveva negato a un imprenditore agricolo di realizzare un manufatto edilizio funzionale alla sua attività

imprenditoriale.

 

«Come confermato anche dal parere formulato da Arpa sul Rapporto Preliminare – proseguono i giudici – l’obiettivo

di riduzione del consumo di suolo, richiamato a motivazione della reiezione dell’osservazione presentata dai

ricorrenti, oltre che più in generale delle misure restrittive adottate per l’edificazione in zona agricola e in particolare

dell’introduzione dei presidi rurali, non è supportato da adeguata istruttoria e non trova giustificazione né

fondamento in una necessaria approfondita analisi sullo stato effettivo di consumo del suolo e nella conseguente

individuazione delle azioni necessarie per il suo contenimento. Le impugnate disposizioni introdotte dalla variante al

PGT sono pertanto viziate e devono essere annullate».

 

TAR_Brescia 240_2021