Domenica è morto a Roma l’urbanista Giuseppe Campos Venuti

Domenica é mancato a Roma l’urbanista Giuseppe Campos Venuti; aveva 93 anni ed era considerato tra i principali responsabili dei cambiamenti urbanistici di Bologna negli anni Sessanta. Campos Venuti entrò nella Resistenza a 17 anni e lì ottenne il soprannome di Bubi, che gli rimase anche da adulto; nel 1960 venne eletto al Consiglio comunale di Bologna con il Partito Comunista e divenne assessore all’urbanistica nella giunta del sindaco Giuseppe Dozza. In particolare si impegnò a valorizzare le colline di Bologna e il centro storico, fece costruire quartieri popolari in zone vicine al centro,  progettò l’attuale fiera nella zona nord della città e realizzò la tangenziale. Il sui libro Amministrare l’urbanisticaEinaudi 1968 costituisce uno degli testi più lucidi dell’urbanistica del tempo. Nel 1966 si dimise dalla giunta per insegnare urbanistica al Politecnico di Milano; dal 1970 al 1975 fu consigliere nella prima legislatura della Regione Emilia-Romagna come presidente della commissione urbanistica.

Nel 1990 venne nominato presidente onorario dell’Istituto nazionale di urbanistica; nel 1999 ricevette la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica ai benemeriti della scienza e della cultura; nel 2006 la città di Bologna gli conferì il Nettuno d’oro, dedicato a chi ha migliorato la città; nel 2012 divenne infine Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana.