Home | News | Editoriale | Redazione | Links | Copyright
DIRETTORE
Prof. Avv. Paolo Urbani (tel. 068603496 - cell. 3488741323)
Scritti e interventi
NAVIGAZIONE
Home
Editoriale
Ricerca
Links
Aggiornamenti
Copyright
Contatti
AREE TEMATICHE
Urbanistica
Edilizia
Lavori Pubblici
Project Financing
Enti Locali
Scritti di Urbani
Incontri
Varie
Ambiente
Legislazione
Giurisprudenza
FOCUS
Codice dell'Ambiente
IN LIBRERIA


Novità in Libreria PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
mercoledì 25 giugno 2008

moronibrunetta2_320x200.jpg

Nelle nostre città, le regole edilizie e urbanistiche, così come le infrastrutture e i servizi, sono stati tradizionalmente garantiti dall’amministrazione pubblica. In tempi recenti stanno invece sempre più affermandosi, soprattutto negli Stati Uniti, forme private volontarie di regolazione degli usi dello spazio e di fornitura di servizi comuni che possono essere definite comunità contrattuali. Il volume propone un’analisi e una discussione di questi modelli di organizzazione autonoma a base territoriale, nell’ipotesi che sia indispensabile un approccio critico e consapevole ad essi che superi le tante interpretazioni riduttive e semplicistiche correnti. L’obiettivo è di comprendere come meglio accogliere realtà di questo tipo in un particolare sistema misto di organizzazione del territorio che, pur mantenendo un importante ruolo pubblico nella garanzia di alcune regole fondamentali di convivenza e nella fornitura di determinati servizi di base, riconosca maggiore spazio a strutture private volontarie, rendendo così realmente operativo l’ideale della sussidiarietà. L’ipotesi è che questa sia una delle sfide principali che investiranno a breve anche la società e le città europee.
Grazia Brunetta insegna Urbanistica presso il Politecnico di Torino. Svolge attività di ricerca sui temi dell’analisi delle politiche territoriali, della progettazione e valutazione ambientale e delle metodologie di valutazione strategica. Tra le sue pubblicazioni: Giochi negoziali nelle politiche urbane (Alinea, Firenze, 1997); Valutazione ambientale strategica. Aspetti metodologici, procedurali e criticità (Il Sole24ore, Milano, 2003); Trasformazioni, coesioni, sviluppo territoriale (Franco Angeli, Milano, 2006).
Stefano Moroni insegna Questioni etiche e normative nel governo del territorio presso il Politecnico di Milano e Tecnica e pianificazione urbanistica presso l’Università di Pavia. Svolge attività di ricerca su temi di etica e diritto inerenti le politiche territoriali. Tra le sue pubblicazioni: Etica e territorio (Franco Angeli, Milano, 1997); Urbanistica  e regolazione (Franco Angeli, Milano, 1999); L’ordine sociale spontaneo (Utet, Torino, 2005); La città del liberalismo attivo (CittàStudi, Torino, 2007).

< Prec.   Pros. >
CONTATTI
SCRIVI ALLA REDAZIONE
IN EVIDENZA
APPUNTAMENTI
QUOTIDIANI

Repubblica.it > Cronaca
Milano, lite a colpi di coltello: grave un ragazzo di 27 anni
Università , gli studenti chiedono il rimborso delle tasse: l'Udu va al Tar
Il mega-blitz di Agrigento: scarcerati 21 arrestati su 58
Coste sotto assedio, Capri scrive al Ministero: “Vogliamo l'Area Marina Protetta”
Cesena, donna scomparsa 18 anni fa. Il pm: "Marito a processo per omicidio"

Repubblica.it > Politica
Elezioni 2018, politiche e regionali: come si vota

Repubblica.it > Esteri
Germania, sondaggio: "La destra populista Afd ha superato i socialdemocratici"
Strage Florida, Trump apre sulla stretta alle armi: "Migliorare controlli su chi le acquista". In centinaia manifestano davanti alla Casa Bianca
Mozambico, "montagna di rifiuti" crolla sulle case: almeno 17 morti
Siria, le truppe di Damasco verso Afrin. Erdogan a Putin: "La Turchia non si fermerà "
Il premier canadese Trudeau in India: foto in posa ma il governo lo 'snobba'

Repubblica.it > Economia
Borse Ue chiudono in rosso dopo l'avvio positivo. Tokyo in gran recupero
Vicepresidenza Bce, De Guindos nominato dall'Eurogruppo
Canone Rai, si amplia la soglia di esenzione: altri 235mila over 75 esclusi
Bill Gates contro Trump: "Dovrei pagare tasse molto pi๠alte"
Meridiana addio, la compagnia cambia nome e diventa Airitaly